Legalità è comunicazione. Gli studenti diventano cittadini

L'impegno di questi anni nella diffusione della cultura della legalità è stato proficuo e ricco di soddisfazioni, ma richiede sempre alla fondazione Antonino Caponnetto ulteriori sforzi nell'elaborare strategie e pratiche efficaci nel contrasto alla mafia e alla sua cultura, all'illegalità e alla difesa dei beni comuni. Agli esordi le conferenze erano gremite, vi era una partecipazione attenta e interessata dei cittadini; nelle scuole insegnanti e studenti richiedevano con insistenza testimonianze e sollecitazioni da magistrati, giornalisti, esperti del fenomeno mafioso per non affacciarsi alla vita adulta del tutto all'oscuro del pericolo costituito dalla presenza e, talvolta, pervasività della grande criminalità.

Col passare degli anni, al constatare quanto fosse insufficiente la singola conferenza per maturare una coscienza civica diffusa e solida ha corrisposto un rinnovato impegno nell'approntare strumenti nuovi di intervento. Alla fine del primo decennio del nuovo secolo occorre compiere uno sforzo ulteriore per allargare la platea di cittadini e studenti interessati alla diffusione della cultura della legalità, per consolidare un'etica pubblica della responsabilità e del rispetto delle regole, per ampliare lo spettro dei temi su cui costruire un senso comune che abbia come riferimento valori differenti da quelli oggi prevalenti.

La Fondazione Antonino Caponnetto ha individuato nuovi ambiti di intervento fra i giovani e i cittadini. A scuola ragazzi e ragazze studiano e scoprono la Costituzione repubblicana, il libro meraviglioso della nostra convivenza civile, e lo fanno in maniera sistematica perché in molte scuole lo studio è previsto all'interno del Piano dell'offerta formativa. Questo è un primo tratto distintivo dell'attività della fondazione di questo ultimo anno nelle scuole superiori: la Costituzione non è solo il tema di incontri o di lezioni senza un progetto di più ampio respiro, vale a dire senza la sistematicità che richiede la materia. In secondo luogo, con coerenza, la fondazione mantiene un atteggiamento di grande rispetto e valorizzazione della scuola pubblica, lasciando ad essa il compito di articolare il programma e fornendo tutto il sostegno di cui ha bisogno il progetto di scoprire la nostra Carta fondamentale: materiale didattico, la presenza di esperti, studiosi e testimoni.

Attualmente il Progetto è in attesa di essere riconfermato.


In collaborazione con la Diple Edizioni, abbiamo pubblicato i volumi:

La Costituzione della Repubblica Italiana con il testo commentato con contributi su temi specifici e arricchito da schede tematiche.

Antonino Caponnetto, eroe contromano in difesa della legalità con testimonianze e conferenze del Giudice sulla educazione alla legalità e democrazia.

All'intervento presso le scuole si aggiunge quello con la cittadinanza proprio come segnale di un nesso stretto fra istituzione educativa e comunità locale, che deve occuparsi e tenere molto alla propria scuola, mentre, d'altro canto, la scuola è il luogo dove si forma e muove i primi passi il cittadino o la cittadina giovane che vogliono farsi carico dei problemi della propria città e provare ad offrire le proprie risposte. Poi, vi è il largo ventaglio delle questioni che sollecitano l'intervento della fondazione. Se la mafia, la sua cultura, la pervasività e il senso di timore che incute sono stati in principio i soli moventi per testimoniare, via via abbiamo scoperto quanto essa sia intrecciata con la politica e con la vita quotidiana di ciascuno di noi, per cui è necessario articolare una risposta efficace promuovendo una maggiore consapevolezza fra i cittadini della complessità dei problemi.

Copyright ©2009 AntoninoCaponnetto.it - All right Reserved by Esociety.it & www.dipleedizioni.it

Questo sito web usa i cookie (anche di terze parti) per aiutarci a migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla legge sulla cookie policy. Ulteriori informazioni.

Accetto i cookie.

EU Cookie Directive Module Information